mercoledì 17 aprile 2013

Convegno sulla problematica dei rifiuti e sulla TARES


Importanti novità sono emerse dal convegno dal tema “La problematica dei rifiuti urbani e la nuova forma di tassazione: riflessi sui cittadini e sugli Enti Locali”, organizzato dalla IX Circoscrizione del Distretto Lions 108Yb Sicilia e svoltosi domenica mattina all’Auditorium Centro Polivalente di Campobello di Licata.
Il particolare taglio dato all’evento, dallo staff organizzativo formato dai presidenti dei 4 Clubs della zona 25, Canicattì Host (avv.G.Tesè), Licata (dott.D.Raneri), Canicattì Castel Bonanno (arch. R.M.Corbo) e Ravanusa-Campobello (dottor A.Muratore),
ha permesso di sviscerare la problematica seguendo diverse tipologie di percorso. La TARES è, infatti, un tributo il cui campo è ancora a molti sconosciuto, ecco il perché del variegato ambito delle relazioni. Invitati a dare una chiave di lettura della complessa materia i sindaci dei comuni di Campobello di Licata, Giovanni Picone, e quello di Ravanusa, Armando Savarino, i dirigenti del settore Finanza, Fortunato Pitrola, e del settore Entrate del comune di Campobello di Licata, Giovanni Puleri, il prof.avv.Salvatore Sammartino, docente di Diritto Finanziario all’Università di Palermo e il prof.avv. Gianfranco Amenta, docente di Istituzioni di Diritto Privato nello stesso Ateneo.
L’evento, patrocinato dall’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Agrigento, dal
Comune di Campobello di Licata e dalla Dedalo Ambiente AG3 S.p.A. in collaborazione con GEFIL, ha registrato un foltissimo numero di partecipanti sia tra gli operatori del settore, che tra legali e i comuni cittadini. Rosa Maria Corbo ha presentato un format indirizzato agli studenti delle scuole medie e finalizzato ad educare le giovani generazioni all’idea della raccolta differenziata. Il format, che ha riscontrato grande interesse sia in coloro cui era diretto sia tra i presenti al convegno, grazie alla sua completa e arguta articolazione permetterà da un lato di insegnare ai giovani studenti e alle loro famiglie come e cosa differenziare, dall’altro a reperire dati sull’argomento. Prevista la distribuzione nelle scuole di appositi contenitori per cominciare la raccolta proprio all’interno delle stesse. Angelo Muratore ha invece presentato i dati dell'elevato costo dell'attuale sistema di smaltimento e stoccaggio dei rifiuti in discarica. Ha rappresentanto, con una puntuale contabilità, come il sistema di raccolta differenziata sia un sistema più vantaggioso sotto il profilo economico per i cittadini ed anche più rispettoso per l'ambiente. Ha parlato del rischio di inquinamento legato alla messa in funzione degli inceneritori, i tempi di degradabilità dei vari materiali inquinanti. Ha sottolineato infine come la riduzione della produzione dei rifiuti è legata ad un nuovo sistema di produzione dei beni che una volta usati inesorabilmente divengono rifiuto.Il prof. Sammartino, dal canto suo, ha evidenziato alcune incongruenze della normativa che meriterebbero di essere corrette per darne una lettura inequivocabile. I dirigenti del Comune, Pitrola e Puleri hanno fatto emergere le novità principali del tributo: il totale carico del servizio di raccolta sul contribuente e l’importo di €. 0,30/m2 da destinare allo Stato, una sorta quindi di nuova accisa. Altra novità emersa la suddivisione delle categorie commerciali in 30 tipologie diverse con conseguenti nuove fasce di tassazione. Soddisfazione dei partecipanti per la levatura del convegno, preoccupazione per tutti per la nuova ganascia tributaria che rischierà di far collassare tantissime attività.
Teresa Monaca