venerdì 13 giugno 1997

CONTINUITÀ, INNOVAZIONE, COERENZA

Anno sociale 1997-1998
Governatore: 
Lucio Vacirca
Motto:
"CONTINUITÀ, INNOVAZIONE, COERENZA"


Presidente: Totò Cammarata
L'anno si apre nella residenza estiva del lion Giovanni Intorre, dove i soci si trovano insieme per trascorrere "una serata sotto le stelle", con lo scopo di riprendere i contatti all'interno del Club al termine della pausa estiva e di rinsaldare sempre più i vincoli di amicizia tra i soci. Stesso fine si prefiggono i vari momenti ricreativo-culturali: gite sociali a Licata, a Mazzarino ed a Siracusa per assistere alle Tragedie di Euripide "Ecuba" e le "Baccanti"; Festa degli auguri di Natale e meeting di Carnevale.
Sul tema della solidarietà si raccolgono fondi per le vittime della frana di Niscemi e si organizzano due borse di studio in memoria di due soci Lions: l' On. Salvatore Lauricella per la Scuola Media di Ravanusa e Salvatore Giammusso per la Scuola Media di Campobello.
Il Club programma tre meeting: il primo con interesse artistico su "Restauro del quadro della Madonna della Chiesa Madre di Campobello", sponsorizzato dai coniugi Maria Luisa e Peppino La Mendola, socio lion. Il quadro riveste un particolare valore storico per la comunità campobellese, perché è lo stesso che veniva portato in processione, fin dalla metà del '700, in occasione della festa della Madonna dell'Aiuto, Patrona di Campobello. Gli altri due rivolti al mondo del lavoro: intermeeting tra i Clubs di Licata e Ravanusa su "Cultura d'impresa: dai principi alle applicazioni" con relazione del Dott. Nicola Curella (all'iniziativa partecipano gli studenti delle quinte classi delle scuole superiori di Campobello, Licata e Ravanusa) e Convegno sulla "Legge no-profit" che, oltre a vedere interessati i soci della zona, ha registrato la presenza di molti giovani e del mondo imprenditoriale dei due Comuni.
L'anno sociale si conclude il 27/06/98 con la celebrazione della X Charter Night al Jolly Hotel di Agrigento.