martedì 13 giugno 1989

INSIEME PER GLI ALTRI

Anno sociale 1989-1990
Governatorc:
Giuseppe Iaculli
Motto:
"INSIEME PER GLI ALTRI"

Presidente: Enzo Vivacqua



Il nuovo Club si inserisce subito ed intensamente nelle attività proposte dall'Associazione e dal Distretto; organizza, infatti, un convegno sulla "Donazione degli organi" e chiama a relazionare sull'argomento eminenti perso­nalità quali il Preside Prof. Pasqualino Sangiorgio ed il cardiochirurgo Prof. Mauro Abbate. I numerosi partecipanti vengono colpiti dalle parole vive ed efficaci e dalle immagini proposte: nasce così a Ravanusa una sezione dell'AIDO (Associazione Italiana Donazione Organi), affidata alla Dott.ssa Vitina Vella.
Il Service nazionale "Ama di più la tua città" vede protagonista anche il nostro Club che partecipa alla realizzazio­ne dei libri "Vestigia di Sicilia" con tre belle fotografie (il prospetto della Madrice e due del Santuario della Madonna Assunta) e "Storia dei Comuni del Mezzogiorno"; in quest'ultimo viene inserita "Storia di Ravanusa", un breve opu­scolo redatto dal Prof. Francesco Di Natali e dal Prof. Salvatore Noto e,distribuito a tutti gli alunni della Scuola Media "A. Manzoni".
Durante l'anno sociale non mancano certo i momenti di aggregazione e di viva allegria: festa degli auguri nel periodo natalizio (il Club, nell'occasione, riceve in dono la Campana da parte del Club- sponsor di Licata), Carnevale (intermeting tra i Clubs di Licata e Ravanusa), rappresentazioni teatrali al Politeama di Palermo ed al Metropolitan di Catania, gita sociale nel periodo pasquale a S. Biagio Platani ed a S. Angelo Muxaro per visitare gli 'Archi di pane" e le grotte risalenti al periodo storico del leggendario re Kokalos.
L'anno si conclude con la celebrazione della II Charter Night il 03/06/90 all'Hotel Ambassador di Caltanissetta: il Governatore rivolge parole di elogio per il Club: i momenti iniziali di ansia, di timore erano ormai lontani. Nell'oc­casione viene ammesso tra i Lions, come socio onorario, l'On. Salvatore Lauricella, l'uomo politico più insigne della nostra Ravanusa.